giovedì 28 aprile 2011

TATUAGGI MAORI

Qualche giorno fa, il seienne ha avuto il suo momento tribale. Svanito alla vista come solo lui sa fare, è sbucato fuori dopo un po' con sospetti tatuaggi maori sulle braccia, frutto di un momento di rivalità tra lui e me:
Latte detergente, alcol, acqua calda e sapone di marsiglia non sono valse a nulla per rimuovere i segni di pennarello. E' rimasta l'ultima soluzione: pazienza di mamma, olio di gomito, ancora acqua e sapone e, soprattutto, straccio in microfibra.

3 commenti:

  1. Tremendissimo però per me è un mito eccheccepossofà ^__^, se dovessi farmi un tattoo so già a chi rivolgermi ^_*.
    Besos Pam

    RispondiElimina
  2. Magici panni in nmicrofibra... Li ho usati per tantissime cose ma questa non mi era passata per la testa. Prendo nota ;)
    Sara

    RispondiElimina
  3. hai un artista in casa!
    ciao Carmen

    RispondiElimina

I commenti anonimi non sono permessi e pertanto, se effettuati, verranno considerati spam.