sabato 15 giugno 2019

La tre giorni più mezza

Mercoledì, prova di italiano.
Si ritempra il quattordicenne con la pizza:
Giovedì, francese e inglese.
Si affrontano con le crepes a colazione:
e si rifocillano le fatiche con le tagliatelle fatte in casa (il ragù era stato congelato una settimana fa):
Venerdì, ultima prova d'esame, matematica.
Le crepes sono sempre la strada migliore per iniziare la giornata:
A pranzo, sushi per festeggiare la fine degli scritti.
In nottata l'esito per il sedicenne, inglese a settembre. Vacanze addio. Si comincia la dieta.




venerdì 14 giugno 2019

Lavori veloci

Una serata in relax, senza troppa difficoltà a eseguire lo schema, dove la parte più complicata è stata cercare un alfabeto carino che riempisse lo spazio esiguo ma che... ci stesse.
 
Ora Diletta può nascere.

giovedì 13 giugno 2019

Cornicetta ok, cuore ko

Se le due cornicette, quella verticale a destra e quella che racchiude il cuore, non mi hanno creato alcun problema o quasi, ricamare il cuore monocolore è stato un supplizio:
In ogni caso, la tela dal vivo è bellissima e... siamo a metà!

mercoledì 12 giugno 2019

1° giorno

O meglio, sera prima: torno dall'incontro del gruppo di fotografia, un po' più tardi del solito.
"mamma?..."
"sì, che fai ancora sveglio?"
"non riesco a dormire"
"guarda che domani inizia, spegni e dormi"
"non riesco"
"ti faccio una tazza di latte caldo?"
"sì"
Neanche il tempo di berla o quasi e dorme beato abbracciato al cuscino.
Notte prima degli esami, oggi italiano, 8-12.
Vado a svegliarlo.

lunedì 10 giugno 2019

Onda su onda

Ma anche mare, profumo di mare o un'estate al mare, stile balneare.
Di canzoni che ricordano il mare ce ne sono tante, tantissime. E anche questo ricamo lo rammenta:
Manca davvero poco, ormai, e ho passato quasi indenne queste onde, che in realtà hanno la stessa difficoltà delle cornicette.

domenica 9 giugno 2019

Tempo di dichiarazione

Mai d'amore, solo dei redditi.
E come tutti gli anni, mi ritrovo all'ultimo momento, così anche il tempo per approfondire le varie novità è davvero poco.
Bon, anche quest'anno, pochi istanti fa, ho schiacciato il tasto invio, mi manca solo la ricevuta.
Sarà giusta? Sarà sbagliata? Che ne so, ogni anno ce n'è una, solo la mia caparbietà fa sì che non vada da un commercialista. Tanto so che se ne sentissi due, avrei comunque due opinioni diverse.
Sicuramente il pre compilato aiuta, ma solo per quanto arriva già da fonti esterne, solo che spesso non sono tutte. Perché per esempio la banca non comunica gli interessi del mutuo? Perché le onlus non lo fanno? Perché non sono arrivate le spese sanitarie dei figli? Perché i mezzi pubblici hanno un limite ridicolo in caso di figli minori? In una famiglia si può arrivare a spendere anche 1000 euro l'anno e me ne fai detrarre 250?
Vero, piuttosto che niente, meglio piuttosto.
E io pago!

sabato 8 giugno 2019

Gran galà

E alla fine è arrivato anche il grande giorno.
I ragazzi si sono presentati un po' spavaldi e un po' spaventati, chi vestito in giacca e cravatta e chi molto più easy, jeans o bermuda e camicia, qualche maglietta ma nel complesso nessun abbigliamento provocatoriamente trash.
Le ragazze erano tutte in gran spolvero, alla grande il nero, corto, cortissimo o lungo, qualche rosso nelle sue infinite sfumature, pochi colori chiari e credo di aver visto un solo pantalone riconoscibile come tale (le tutte ampie facevano le veci delle gonne!). Tacchi, spacchi, scollature, paillettes, voile, spalline, trucco.
E tanta, tantissima emozione da parte di entrambi i sessi.
I genitori a margine, a fare check in, check out, catering, assistenza, impianti, emergenze di vario genere ma mai invadenti.
Hanno avuto la loro serata speciale, con abbracci, balli, lacrime e risate, divisi in gruppetti per "caratteristiche", dalle sveglie alle imbambolate, dai combinaguai agli addormentati.
La pioggia ci ha graziati, qualche goccia sono in fase di smontaggio dell'allestimento.
 
 
 
 
 
 
 
Il red carpet illuminato era, secondo me, a dir poco strepitoso:
e io non potevo non fare la scema anche stavolta:
Ma la festa era la loro:
Ragazzi belli, tra cinque giorni inizieranno i primi esami scolastici della vostra vita, non saranno gli ultimi, crescerete ma porterete sempre con voi questi bellissimi ricordi!
p.s.: oggi striscio, abbiamo iniziato prima delle 16 e terminato dopo l'1 di notte ma per i miei figli divento un caterpillar.



venerdì 7 giugno 2019

Erano piccoli uomini

Ora sono dei grandi ragazzi.
Sembra un controsenso ma in realtà per me è così, e non solo per le loro altezze, decisamente incrementatesi.
Era il 5 giugno di quattro anni fa, uno andava verso il penultimo giorno della 4 elementare, l'altro verso quello della 2a media.
Oggi frequenteranno l'ultimo giorno di 3a media e 3a superiore, sono entrambi altissimi, indolenti, non vestono più colorato e non manifestano pubblicamente il loro affetto per me.
Hanno l'estate davanti, chi con lo studio per gli esami a settembre, chi per una pace prima del nuovo ciclo scolastico, lo passeranno prevalentemente spalmati sul divano perché i loro interessi sono scemati: niente più oratorio feriale né da frequentatore né da animatore, niente vacanze con me ma solo col padre, niente interessi di vario genere.
E speriamo che proseguano dritti la loro strada.

giovedì 6 giugno 2019

Problemi di... cuore

Stavolta la cornicetta non mi ha dato problemi.
Invece il cuore sì (non che sia una novità, in tutti i sensi):
Ho già disfatto un paio di pezzetti a destra e ora devo disfare di nuovo quasi tutto.
Vediamo se iniziando a sinistra (lato "naturale" del cuore") funziona meglio.
Mai ricamato così piano come in questo periodo....